Infrared IRD Device

Disponibile per tutte le marche di elettrostimolatori





Dal Centro Ricerche HSDun nuovissimo accessorio per sfruttare al massimo le potenzialità del tuo elettrostimolatore.
Il kit Infrared IRD Device: una nuova generazione di trattamenti estetici che sfrutta la tecnologia utilizzata nelle apparecchiature professionali dei migliori centri di benessere. Con il kit Infrared IRD Device potrai abbinare l'emissione di onde elettrostimolanti ai raggi infrarossi, ottenendo una maggiore efficacia in tutti i programmi dedicati al rassodamento, allo scioglimento del grasso e all'eliminazione degli inestetismi della cellulite.
L'azione combinata dei raggi infrarossi e delle onde elettrostimolanti è inoltre utilissima nei trattamenti utilizzati per la terapia del dolore (TENS), grazie all'effetto antinfiammatorio e rilassante esercitato dagli infrarossi.

COSA SONO I RAGGI INFRAROSSI?

I raggi infrarossi sono onde elettromagnetiche, che hanno una lunghezza d'onda compresa tra 7.600 e 150.000 A°. Sono chiamati infrarossi per la vicinanza al colore rosso dello spettro della luce visibile. I raggi infrarossi sono raggi che fanno parte della luce alla quale è esposto il nostro corpo tutti i giorni (come ad esempio i raggi ultravioletti): rappresentano circa il 50 % dei raggi emessi dal sole e per questo sono chiamate anche raggi calorifici. Furono scoperti oltre 200 anni fa da William Herschel uno degli astronomi più famosi del 18 secolo; la loro conoscenza ha aperto nuove frontiere nell'astronomia, ma anche nelle infinite applicazioni dell'elettronica (si pensi solo ai telecomandi). A due secoli di distanza la scienza del benessere ha scoperto i notevoli benefici dell'utilizzo dei raggi infrarossi in ambito estetico e terapeutico (infrarossoterapia), sfruttando gli effetti biologici prodotti da l'irradiamento dei tessuti.

Secondo uno studio del professor Luis Dubertret, direttore del reparto di dermatoliogia dell'Ospedale Saint Luis di Parigi, i raggi infrarossi proteggono la pelle dagli effetti nefasti degli ultravioletti, come l'invecchiamento precoce e il cancro della pelle. La radiazione fotobiologica attraversa tutti gli strati dell'epidermide senza intaccarli. Grazie infatti a una particolare lunghezza d'onda, molto selettiva, la radiazione fotobiologica emana calore solo quando raggiunge i fibroplasti: queste cellule del derma una volta colpite subiscono una sorta di shock che da loro una carica elettromagnetica stimolandole a produrre più collagene. I vuoti sottocutanei si colmano facendo tendere la cute soprastante.